Un libro, una camminata

La Frontiera

di Alessandro Leogrande, Feltrinelli, 2017

C’è una linea immaginaria eppure realissima, una ferita non chiusa, un luogo di tutti e di nessuno di cui ognuno, invisibilmente, è parte: è la frontiera che separa e insieme unisce il Nord del mondo, democratico e civilizzato, e il Sud, morso dalla guerra, arretrato e antidemocratico. Alessandro Leogrande ci invita a riflettere sul fatto che il grande gioco del mondo contemporaneo si gioca sul margine di questa frontiera.

INVITO AL CAMMINO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

sei + 16 =

Torna su