Un libro, una camminata

Le conseguenze dell’amianto nella valle del diavolo in Toscana

di Marco Amerighi, Internazionale, 3 Aprile 2018

Come ha potuto lo sfruttamento di un’energia naturale – la geotermia – avvelenare i lavoratori delle centrali sorte nella Valle del diavolo? Oltre al ben visibile reticolo di tubi che segna il paesaggio, qualcosa di invisibile ha segnato la vita degli abitanti: le microscopiche fibre d’amianto impiegato per la manutenzione degli impianti. Amerighi, nato a Larderello, lo racconta attraverso le voci dei sopravvissuti.

INVITO AL CAMMINO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

tredici + otto =

Torna su