Un libro, una camminata

Lettere di condannati a morte della Resistenza Italiana

di Piero Malvezzi e Giovanni Pirelli, Einaudi, 2015

Partigiani catturati dai tedeschi o dai fascisti scrivono a familiari e amici. In attesa di finire davanti al plotone d’esecuzione o di soccombere alle torture, si rivolgono alle persone amate. Sanno che non avranno un’altra occasione per farlo ma sanno anche perché vanno a morire. Leggere le loro ultime parole riaccende la memoria di un fuoco che ci ha reso liberi.

INVITO AL CAMMINO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

otto − uno =

Torna su